2^ Domenica di Avvento 10.12.17 ANNO B

Accoglienza - Consolate, consolate il mio popolo. Parlate al cuore di Gerusalemme e gridatele che la sua tribolazione è compiuta”. Apre con queste parole la liturgia di oggi e noi vorremmo che qualche profeta ce la dicesse ancora. Vorremmo che qualcuno parlasse al nostro cuore per ridarci speranza e farci vivere. Abbiamo bisogno di scorgere “figure di Vangelo” anche in questo tempo, per capire che è possibile viverlo anche oggi e narrarlo agli altri. “Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri”. Giovanni, la più grande figura di Vangelo tra i nati di donna, ce ne indica la via. Raccogliamoci nel silenzio, prepariamoci all’ascolto e domandiamo perdono.

 

 

1^ lettura - Come sta scritto nel profeta Isaia”. Già nell’ottavo secolo prima di Cristo, il Vangelo germogliava nella vita di molti giusti che attendevano la pienezza del tempo.

 

2^ lettura – Dio è paziente, è come un pastore che porta sul petto gli agnellini e conduce dolcemente le pecori madri.

 

Preghiera dei fedeli

 

* Per la chiesa che è in Italia e per i laici cristiani che vivono in paesi e città devastati da corruzione e intrighi: non prendano paura, ma continuino ad essere profeti nelle pieghe della storia, preghiamo...  

 

* Per il nostro paese che sembra bloccato dalla sfiducia e dalla paura: riparta dalla famiglia e dai figli, con politiche di aiuto e di sostegno, preghiamo...

 

* Per il Medio Oriente, così vicino alla guerra, per il Congo e per i paesi che vivono in guerra: il successo delle armi non diventi l’unica aspirazione di tanti giovani cresciuti in ambienti di miseria e di corruzione, preghiamo…

 

* Per la nostra comunità: crescano in essa nuove <<figure di Vangelo>>, capaci di atteggiamenti e comportamenti nuovi, amanti del silenzio, del servizio e della vita sobria, preghiamo …

 

* Preghiamo per i poveri, per i malati e per altre intenzioni....

 

Sulle offerte - Accendiamo la seconda candela dell’Avvento che ci rianimi nel nostro cammino verso il Natale, mentre ci disponiamo a offrire quanto la nostra sensibilità ci suggerisce.

 

Congedo: “Sono convinto che il più grande nemico di Dio non è l’ateismo organizzato, ma il rumore. Se il diavolo cerca qualcosa dappertutto e sempre, è di far chiasso, di riempire tutti gli spazi e tutti i tempi di rumore, affinché non stiamo mai in silenzio, quindi non possiamo mai ascoltare Dio che parla nel silenzio”. Sono parole del card. Martini quand’era vescovo di Milano. Possano suggerirci un giusto atteggiamento per vivere questa seconda settimana di Avvento.

 

Notizie di comunità:

* Riprende la vita feriale con i vari appuntamenti di catechesi e di formazione.

* Venerdì 15 la preghiera di Taizè.

* Per sabato sarà pronto il Notiziario di Natale da portare nelle famiglie.

* Uscendo ci ricordiamo dei poveri nella colletta: “Avvento di fraternità”.

Calendario

loader

Articoli recenti

Copyright © 2018 Parrocchia di San Lorenzo Martire. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 
+