CRISTO RE DELL’UNIVERSO 26.11.17 ANNO A

Accoglienza – Oggi celebriamo Gesù, nel momento in cui consegna al Padre l’opera della sua redenzione. “Venite benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il Regno preparato per voi fin dall’origine del mondo”. E benedetti saremo anche noi se ci accorgeremo dei fratelli finché camminiamo su questa terra. Ed è talmente umana e semplice la proposta, che tutti possono concorrere e ricevere il premio, anche quelli che non hanno mai conosciuto Cristo. Ma c’è anche un’altra parola che ha la forza della prima: “Via, lontano da me, maledetti…” Fa quasi paura, perchè è scritta nel Vangelo, ma è giusta. Tocca a noi scegliere. Il giudice è sempre l’uomo della croce, il pastore che va in cerca della pecora perduta e che fascia quella ferita. Domandiamo perdono.

 

1^ lettura - Come un pastore Dio cerca le sue pecore, le passa in rassegna, le raduna e le farà riposare. E non sarà un’ammucchiata, perché le chiamerà tutte per nome.  

 

2^ lettura - E alla fine Cristo consegnerà il regno a Dio Padre. Lo farà dopo avere riscritto le storie di ognuno, dopo averle rigenerate con il proprio sangue, dopo avere sconfitto anche l’ultimo nemico, la Morte.  

 

Preghiera dei fedeli

 

* Per la chiesa che sta scrivendo pagine importanti di storia, pagine di vangelo a volte dimenticate: non si scoraggi anche se deve affrontare un mondo distratto e a volte violento, preghiamo...

 

* Per il nostro paese che si trova a lottare contro un malessere diffuso che divide e rende tristi: sappia riconoscere il bene che c’è tra di noi e si ispiri a quanti stanno impegnando anche la vita per aprire strade nuove e praticabili, soprattutto per chi sta cercando, preghiamo...

 

* Per la nostra comunità, per i ragazzi che frequentano il patronato, per quelli che indossano la maglietta “pio x” e per i genitori sempre di corsa, quasi schiavi dei figli: perché nessuno finisca per essere superficiale, senza volto e senza nome, preghiamo…

 

* Preghiamo per le vittime delle stragi, per le donne e le bambine violentate, per Adua e Sergio chiamati per nome dal Signore della vita. Preghiamo per i poveri, per i malati e per altre intenzioni…

 

Congedo – Sciogliamo questa assemblea eucaristica, ma portiamo il ferment0 dell’eucaristia dove siamo chiamati a vivere e a operare. Chi attende dai cristiani un’ideale di vita e un impegno concreto per il bene di tutti lo possa vedere in noi, nel nostro modo di pensare e di vivere.

 

Notizie di comunità:

* Domenica sarà la prima di Avvento. E’ l’anno della chiesa che riparte e ci condurrà di domenica in domenica a ripercorrere i misteri della vita di Cristo, della Vergine e dei Santi.

* Alla messa delle 10.00 consegneremo la croce ai bambini che stanno riflettendo assieme ai loro genitori sul perdono per disporsi alla confessione.

* Invitiamo a preparare la corona dell’Avvento, ad accenderla nell’attesa della domenica e a pensare al presepio, specialmente dove ci sono bambini da educare al senso religioso.

* Indichiamo ancora l’Agenda di dicembre come traccia da seguire per vivere l’Avvento, da informati sul cammino di comunità e orientati al Natale.

* Ricordiamo che dalla prossima domenica cambia l’orario della prima messa: sarà alle 8.00.

Calendario

loader

Articoli recenti

Copyright © 2018 Parrocchia di San Lorenzo Martire. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 
+