3^ domenica di Avvento 12.12.10 ANNO A

Accoglienza – E’ ancora Giovanni la figura centrale di questa terza domenica di Avvento, una domenica caratterizzata dal tema della gioia. Giovanni è in carcere e la sua fede è attraversata dal dubbio: “Sei tu colui che deve venire o dobbiamo aspettare un altro?”. Un dubbio che rivela il suo dramma interiore, ma che lo prepara ad accogliere colui che deve venire. “Andate e riferite a Giovanni ciò che udite e vedete”. Giovanni non è una canna sbattuta dal vento, nè un uomo vestito con abiti di lusso. E’ un profeta, saprà capire e potrà di nuovo rallegrarsi. “Fra i nati da donna non è sorto uno più grande di Giocanni Battsita” . Raccogliamoci per chiedere perdono.

 

 

1^ lettura – “Si rallegrino il deserto e la terra arida.....sì, canti con gioia e con giubilo...Dite agli smarriti di cuore: <<Coraggio, non temete. Ecco il vostro Dio>>. Il profeta Isaia parla così al popolo in esilio, preannunciandone la fine.

 

2^ lettura – La venuta del Signore chiede un atteggiamento di sopportazione, fede, pazienza, simile a quella dell’agricoltore o dei profeti, simile alla pazienza di Giobbe.

 

Preghiera dei fedeli

 

  •  Vieni, Signore, nella Chiesa e nella nostra comunità. Rendici aperti al dono, preparati ad accoglierti senza collera e senza ipocrisie quando i segnali non sono quelli che ci aspettiamo, preghiamo...
  •  Vieni, Signore, e rendici capaci di ascolto attento, disponibile e pacato. Aiutaci a deporre ogni malizia, la gelosia, la brama di emergere, la menzogna, preghiamo...
  • Vieni, Signore, quando cerchiamo il successo più che la verità della vita, quando non abbiamo il coraggio di mettere in dubbio le certezze che ci costruiamo e cerchiamo un Messia che dia sempre ragione, preghiamo...
  • Vieni in questo nostro mondo e nel cuore di chi è alla ricerca di verità, di testimonianza fatta di essenzialità, di franchezza e di coerenza, preghiamo...
  • Preghiamo per il vescovo Antonio che ricorda il 25° della sua ordinazione episcopale: preghiamo per il nostro paese e per la nostra città, per i poveri che in questi giorni si sentono ancora più poveri, per Pasqua e Nella entrate nella pace del Signore. Preghiamo per i malati e per altre intenzioni....

 

Sulle offerte – Dopo la candela dei profeti e quella di Betlemme accendiamo oggi la candela dei pastori, di chi si reca ad adorare e a offrire quello che ha. E’ la fiamma della gioia che cerco di offrire e che ricevo da chi mi accoglie, da chi mi aiuta e mi perdona.

 

Congedo – “Sei tu colui che deve venire, o dobbiamo aspettare un altro?”. Celebrare il tempo delle domande significa vivere il tempo della pazienza come Dio ha fatto nel corso dei secoli e fa tutt’oggi. “Cercate di amare le vostre stesse domande...Forse anche solo vivendole un giorno finirete per giungere insensibilmente alla risposta”. (R.M.Rilke).

 

Notizie di comunità:

 

  • Ricordiamo l’incontro di genitori che si preparano con i figli a capire la riconciliazione, il sacramento del perdono. E’ domani alle 17.00

 

  • Mercoledì alle 21.00 in sala Marconi il 2^ incontro dell’Avvento. Verrà presentato il documento dei vescovi italiani: “EDUCARE ALLA VITA BUONA DEL VANGELO”. .

 

  • Oggi alle 16.00 in patronato ci sarà un incontro di famiglie. E’ un invito che risponde a un bisogno di incontrarsi perchè da soli sembra sempre più difficile camminare.

Di questi due incontri ne dà la notizia e ne spiega le finalità l’Agenda di dicembre.

 

  • E’ disponibile un foglio che riporta un’editoriale. Lo riteniamo molto attuale per il cammino verso la formazione di una coscienza umana e cristiana matura. Potrebbe aiutarci a preparare il Natale e la confessione
  • Uscendo ci ricordiamo dei poveri nella colletta “Avvento di fraternità”.

Calendario

loader

Articoli recenti

Copyright © 2018 Parrocchia di San Lorenzo Martire. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 
+