Ascensione del Signore 05.06.11 ANNO A

Accoglienza – Celebriamo oggi l’Ascensione del Signore. Il suo <<staccarsi dai discepoli per essere portato verso il cielo>> è un altro modo per esprimere la sua risurrezione. E’ sempre la sua Pasqua, quella sua unica ora, che si compie quando dona lo Spirito Santo che consegna i discepoli alla testimonianza evangelica fino agli estremi confini della terra. “Cristo non ha abbandonato il cielo quando ne è disceso per venire fino a noi, nè si è allontanato da noi quando è asceso di nuovo al cielo”. (Agostino) “Ecco io sono con voi tutti i giorni fino alla fine del mondo”. “Rallegratevi perchè i vostri nomi sono scritti nei cieli”. Il silenzio ci introduca all’ascolto e a chiedere perdono.

 

Le letture – Il Cristo risorto e asceso al cielo apre la vocazione cristiana alla speranza; ma una speranza che inserisce pienamente nella storia i cristiani chiamandoli alla testimonianza in forza dello Spirito Santo e sostenuti dalla vicinanza e dalla compagnia del Risorto

 

Preghiera dei fedeli

 

* Per la chiesa: trovi nella verità e nella conversione continua la forza per annunciare il Vangelo anche in mezzo agli scandali e ai mali che la affliggono, preghiamo... 

 

* Per don Vincenzo che oggi diventerà (è diventato) prete: con fiducia si metta nelle mani di Dio che lo ha chiamato e che lo sosterrà nel compito difficile ma esaltante di annunciare il Vangelo agli uomini e alle donne di questo tempo, preghiamo...

 

* Preghiamo per i suoi genitori e per la sua famiglia: lo Spirito Santo li riempia dei suoi doni perchè siano per il figlio presenza sapiente e discreta, fuoco sempre acceso, preghiamo...

 

* Per chi ha sempre creduto nella politica come a una forma esigente di carità: non si perda d’animo, nè resti confuso, ma continui nella sua ricerca perchè rimanga aperto il solco e tracciata la via per i più giovani che chiedono di poter vedere per innamorarsi della cosa pubblica e servire il bene comune, preghiamo...

 

* Preghiamo per la nostra comunità perchè cresca con una fede adulta,   per Alessia e Luca uniti in matrimonio, per Antonio entrato nella pace del   Signore, per lo Yemen, la Siria e gli altri paese del Medioriente, per profughi caduti in mare. Preghiamo per i malati e per altre intenzioni....

 

Sulle offerte – L’eucaristia ci renda aperti alla comunità, solidali con le sue iniziative, attenti a chi ha bisogno e non ha il coraggio di chiedere aiuto.

 

Congedo – “Uomini di Galilea, perchè fissate nel cielo lo sguardo....?”

“Il nostro matrimonio deve essere un sì alla terra di Dio, deve rafforzare in noi il coraggio di operare e di creare qualcosa sulla terra. Temo che i cristiani che osano stare sulla terra con un piede solo, staranno con un piede solo anche in cielo. ...Per questo ci vuole fede; che Dio ce la doni ogni giorno: non intendo la fede che fugge dal mondo, ma quella che resiste nel mondo”.

Ci congediamo con queste parole: sono del pastore luterano Dietrich Bonhoeffer scritte nel ’43. Ci aiutano a tenere viva la speranza.

 

Notizie di comunità:

 

* Nel pomeriggio alle 17,00 in Cattedrale verrà (è stato) ordinato prete don Vincenzo Cretella. Accompagniamolo con la preghiera. Domenica alle 11.30 celebrerà la sua prima messa qui in Duomo.

 

* E’ la settimana che precede la Pentecoste. Un evento che la nostra comunità prepara ormai da anni con la Veglia di Pentecoste,che sarà sabato alle 21.00.

Sarà la sera delle consegne e delle scelte, dell’attenzione ai preadolescenti e alle loro famiglie. E’ il momento in cui la comunità si rigenera e si riscopre nuovamente madre. Essere presenti potrebbe dire molto di più di quello che noi pensiamo.

 

* Domani mattina la messa verrà celebrata in cimitero.

Calendario

loader

Articoli recenti

Copyright © 2019 Parrocchia di San Lorenzo Martire. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 
+